Nucleare

VideoEnergia: fusione, sempre più vicino progetto DTT in Italia
Sempre più vicino il progetto da 500 milioni di euro per realizzare in Italia l’impianto sperimentale di fusione nucleare DTT, Divertor Tokamak Test Facility. Dopo la risoluzione approvata alla Camera che impegna il Governo, questa settimana Eurofusion ha lanciato la fase finale per finanziare il progetto. Intervista a Flavio Crisanti, Dipartimento Fusione e Sicurezza Nucleare - ENEA.
VideoEnergy: For the first time international fusion experts gathered in Rome
Worldwide experts in the field of nuclear fusion gathered in Rome for the 22nd International Conference on Plasma Surface Interactions in Controlled Fusion Devices (PSI Conference). In this framework ENEA with CNR, INFN, and Consortium CREATE are proposing to build in Italy the Divertor Test Tokamak facility, an experimental machine with 50MW of input power that will be ready to produce its first plasma in 2022.
VideoEnergia: a Roma il gotha della ricerca mondiale sulla fusione
Fino al 3 giugno a Roma, 450 fra i maggiori esperti mondiali di fusione nucleare si confronteranno sul percorso per riprodurre i meccanismi dell’energia delle stelle. L’occasione è la 22esima Conferenza Internazionale sull’interazione tra plasma e materiali nei reattori a fusione. L’evento è organizzato dall’ENEA  che in questo settore critico della ricerca sulla fusione ha proposto DTT, Divertor Test Tokamak, una macchina sperimentale da 50 MW che brucerà il primo plasma nel 2022, in collaborazione con CNR, INFN e Consorzio CREATE (Consorzio di Ricerca per l’Energia, l’Automazione e le Tecnologie dell’Elettromagnetismo). Configurazioni magnetiche innovative per il divertore e nuovi materiali come i metalli liquidi, verranno testati grazie a questo grande laboratorio scientifico, anello di collegamento fisico e tecnologico tra ITER, e DEMO. Interviste a Giorgio Maddaluno, Flavio Crisanti e Aldo Pizzuto - ENEA
Video1° magnete italiano per impianto a fusione UE-Giappone
Per l’Italia ancora un passo avanti verso la fusione nucleare. ENEA e ASG Superconductors hanno presentato il primo magnete superconduttore per il reattore sperimentale in costruzione in Giappone. Leggi anche il Comunicato Stampa.
Video Scienziati a confronto sulle diagnostiche del plasma
  A Villa Mondragone scienziati provenienti da diverse parti del mondo si sono riuniti  per confrontarsi sulle diagnostiche del plasma e le loro applicazioni nel campo fusionistico, astrofisico e industriale.
VideoRegarding ENEA
A short promo video introducing ENEA, the research activities, the peoples, the objectives.
VideoNuclear Fusion: the great opportunity for SMEs
VideoFNG, genesi di un neutrone
Cosa accomuna il Bosone di Higgs, la fusione termonucleare e lo space farming? La risposta è nell’unica macchina in funzione in Italia, in grado di generare neutroni ad alta energia, il Frascati Neutron Generator.
VideoMetalli liquidi, faccia a faccia con il plasma
Fusione nucleare: per la prima volta su FTU "Frascati Tokamak Upgrade", è stato sperimentato con successo il litio liquido come materiale direttamente esposto al carico termico del plasma. Il Tokamak dell'ENEA, che simula per campo magnetico e densità di plasma quelli di ITER, è ancora oggi punto di riferimento per la ricerca internazionale sulla fusione nucleare.
VideoPrima linea di cavi superconduttori per ITER
ITER oggi è più vicina, grazie alla costruzione della prima e unica linea europea di cavi superconduttori, scaturita dallo sforzo sinergico di ricerca ed eccellenze imprenditoriali italiane. La linea è stata presentata alla stampa e alle istituzioni dal Consorzio ICAS, composto da ENEA e due aziende italiane: Criotec, specializzata nella realizzazione di tecnologie criogeniche operanti a bassissima temperatura e Tratos, multinazionale italiana, leader nella produzione di cavi.
VideoNon conosce crisi la fusione Made in Italy
Vale 750 Milioni di Euro il giro di affari italiano per la costruzione di ITER, il più grande esperimento al mondo di fusione nucleare. Sono già oltre 500 le imprese nostrane candidate a partecipare al progetto. Aldo Pizzuto, esperto ENEA, lancia un messaggio chiaro: gli investimenti nella ricerca sono moltiplicatori di sviluppo economico, sociale e culturale.
VideoObiettivo 100 Milioni di gradi. 20^ Conferenza Internazionale su Radiofrequenze nei Plasmi
Centinaia di milioni di gradi. E’ questa la temperatura che, il quarto stato della materia, il plasma, deve raggiungere per innescare la reazione di fusione termonucleare. Come è possibile produrre plasma sulla terra e portarlo a quelle temperature? Se ne è discusso a Sorrento, durante la 20^ Conferenza Internazionale organizzata dall’ENEA, sulle applicazioni delle radiofrequenze nei plasmi.
VideoCon i superconduttori è affinità elettiva
Biglietto di sola andata per il futuro: dalla fusione nucleare ai grandi acceleratori di particelle, dalle smart grid all'informatica quantistica, passando per la diagnostica avanzata per la salute dell’uomo e i beni culturali e i trasporti. La superconduttività e le sue mille sfaccettature applicative. Una storia iniziata cento anni fa e destinata ad accompagnarci direttamente nel futuro.
VideoHot Radial Pressing. Innovating ITER
Targato ENEA uno dei tre componenti del divertore di Iter. Si chiama Inner Vertical Target ed è realizzato con una nuova tecnica brevettata dall’ENEA. Un gioiello tecnologico tutto italiano con due importanti funzioni: rimuovere le impurità del plasma e smaltire il calore in eccesso. Tutto, per sostenere la reazione di fusione nucleare. ENEA branded one of the three components of the ITER divertor. It's called Inner Vertical Target and it is made with a new technique, patented by ENEA. An italian jewel of technology, with two important functions: the removal of the plasma impurities and the disposal of the excess heat, to sustain the nuclear fusion reaction.
VideoVerso il primo plasma...
JT60SA, il progetto satellite di ITER in costruzione in Giappone, brucerà il primo plasma nel 2019. Scienziati di tutto il mondo stanno lavorando a questo prototipo di reattore a fusione nucleare. Tra loro anche un gruppo di ricercatori dell'ENEA, che ha guidato la maggior parte delle attività di Ricerca e Sviluppo sui magneti superconduttori di ITER.

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580