In Scientia et Vino Veritas

In Scientia et Vino Veritas: una giornata di studio su Scienza, Geologia, Vino e Territorio promossa da Società Geochimica Italiana, ENEA e organizzata a Orvieto con l’intento di condividere conoscenze e studi scientifici sul vino e sulla geologia dei luoghi di produzione.

In Scientia et Vino Veritas: una giornata di studio su Scienza, Geologia, Vino e Territorio promossa da Società Geochimica Italiana, ENEA e organizzata a Orvieto con l’intento di condividere conoscenze e studi scientifici sul vino e sulla geologia dei luoghi di produzione.

ProduttoreENEA webTV
Autori
  • Caterina Vinci,
  • Roberto Ciardi
Contattiscrivi al produttore
Data16/05/2014
LinguaItaliano
YouTube Vai al video

Descrizione completa

Geologia e vino, un interessante connubio dai molteplici aspetti. Sono infatti molti i fattori che influenzano la qualità del vino, dalle caratteristiche del territorio come geologia e clima, a quelle socio culturali ed economiche, che includono la coltivazione, la produzione e la ...
Leggi
Geologia e vino, un interessante connubio dai molteplici aspetti. Sono infatti molti i fattori che influenzano la qualità del vino, dalle caratteristiche del territorio come geologia e clima, a quelle socio culturali ed economiche, che includono la coltivazione, la produzione e la conservazione. Ne hanno discusso ad Orvieto ricercatori e geologi in occasione di una giornata di studio dedicata a Scienza, Geologia, Vino e Territorio dal titolo “In Scientia et Vino Veritas”.
Perché se è vero che il nettare degli dei, la bevanda che ha accompagnato l’uomo sin dalla preistoria,  regna indiscussa sulle nostre tavole, meno si sa di quanto un miglior uso dei  suoli possa elevare la qualità del vino prodotto e quanto la geologia del terreno sia un fattore determinante. Per esempio la struttura tufacea del territorio di Orvieto e le condizioni climatiche collinari tipiche dell’Italia centrale influiscono sulle caratteristiche organolettiche del prodotto locale.
Argomento interessante, ha commentato il Sindaco durante l’apertura dei lavori, in quanto Orvieto è una città che sul vino ha costruito una fama ancora intatta, e che ha chiamato il proprio vino con il nome stesso della città.
Claudio Margottini, Assessore all’Ambiente, Comune di Orvieto
“La capacità di produrre vino di qualità è stato uno degli elementi che ha dato  uno dei più forti contributi all’economia di questo territorio. Si tratta quindi di elementi fondamentali che uniscono veramente geologia e sviluppo economico attraverso un elemento di qualità che è proprio la produzione del vino”.
Migliorare l’uso dei suoli vuol dire anche avvicinare la ricerca ai problemi del paese. La geologia  in quanto strumento  di identità dei territori  tiene conto delle risorse delle popolazioni, a cui fa riferimento in aggiunta agli aspetti fisici, idrogeologici e ai fattori ecologici naturali. Pensare un agrosistema significa oggi considerare  tutti i processi che prendono parte alla produzione del vino: vitificazione, vinificazione, quindi, ma soprattutto grande attenzione agli  aspetti culturali, economici e della storia del territorio.
Giovanna Armiento, ENEA
“In questo campo l’ENEA ha svolto negli anni passati alcuni studi che hanno avuto a che fare soprattutto con l’analisi di alcuni elementi di interesse tossicologico nel vino, un po’ x definire quali potevano essere gli apporti di questi elementi con l’assunzione del vino. Sono state messe a punto un po’ di tecniche per la valutazione di alcuni composti all’interno del vino, mettendo a punto delle procedure che permettessero di arrivare alla misura di concentrazioni anche molto basse ed era stato fatto anche un primo tentativo di creare un sistema di sensori che potesse essere utile proprio nelle cantine per poter misurare alcuni parametri importanti nelle fasi di vinificazione”.
E quindi come è il nostro vino in Italia?
“Direi ottimo. Che vogliamo dire, il vino è molto buono ed è molto bello questo connubio del vino con il nostro territorio che è sicuramente un connubio vincente e da sfruttare, questa è senz’altro una delle vocazioni che abbiamo in Italia  che va perseguita, fortemente.”

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580