Beni culturali: le tecnologie ENEA a Pompei

Autori
  • Stefania Marconi,
  • Francesco Paradiso
Data16/06/2016
LinguaItaliano
YouTube Vai al video

Descrizione completa

Giuseppe sta misurando la compattezza di questa trave in legno mentre Anna segue il tracciato del resistrograf per individuare la presenza di eventuali lesioni interne.

Ma non è questo il caso.

Anna “Oscilla intorno allo stesso valore e quindi vuol dire che il ...

Leggi

Giuseppe sta misurando la compattezza di questa trave in legno mentre Anna segue il tracciato del resistrograf per individuare la presenza di eventuali lesioni interne.

Ma non è questo il caso.

Anna “Oscilla intorno allo stesso valore e quindi vuol dire che il materiale all’interno è compatto, non ci sono delle cavità”.

Sulla stessa trave si passa a misurare il livello di umidità con un termo igrometro.

Poi è la volta dello sclerometro per rilevare il grado di durezza del legno. Per i ricercatori ENEA  questa è la seconda missione nell’area archeologica di Pompei.

Sotto osservazione lo stato di salute delle coperture in cemento armato, legno e acciaio costruite negli anni ’70 per proteggere l’integrità e la bellezza della Villa dei Misteri.

Proprio qui, nel cortile interno, quattro anni fa una trave di legno di una copertura era venuta giù. Fortunatamente senza conseguenze.

Ma dopo quell’episodio la Soprintendenza di Pompei ha avviato un ampio progetto di manutenzione.

Ora il team di ricercatori ENEA sta raccogliendo i dati necessari per valutare lo stato di salute di queste strutture e definire gli interventi.

Diverse le questioni da affrontare: dalle caratteristiche dei materiali utilizzati, alla protezione dalle acque piovane fino alle continue vibrazioni causate dalla sismicità dell’area e dalla vicinanza alla ferrovia.

I risultati forniranno un quadro sullo stato di conservazione delle coperture.

Come dimostra questo mucchio di malta, era in corso una ristrutturazione della domus a causa  del terremoto del 62 d.C., quando ci fu l’eruzione del Vesuvio.

Ed è proprio questa la strada che la Soprintendenza Pompei ha intrapreso insieme all’ENEA per garantire sicurezza e splendore alla Villa dei Misteri.

powered by Disqus

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580