Venus Swarm, sciami sottomarini contro il cambiamento climatico

Sciami di robot sottomarini, in grado di ‘dialogare’ fra loro, monitorare temperatura e salinità dei mari, studiare le correnti e l’erosione delle coste ed allertare in caso di tsunami. Venus Swarm è l'ultimo nato del laboratorio “Intelligenza Distribuita e Robotica” dell'ENEA specializzato nella robotica avanzata mobile, terrestre, subacquea e aerea. Questa tecnologia innovativa si ispira al comportamento degli sciami: i  “pesci-robot” sono in grado di monitorare grandi volumi di mare e di acquisire dati sensibili su acidificazione, salinità, temperatura, velocità e direzione delle correnti e di fornire informazioni affidabili e dettagliate su clima locale e globale.

Comments

Sciami di robot sottomarini, in grado di ‘dialogare’ fra loro, monitorare temperatura e salinità dei mari, studiare le correnti e l’erosione delle coste ed allertare in caso di tsunami. Venus Swarm è l'ultimo nato del laboratorio “Intelligenza Distribuita e Robotica” dell'ENEA specializzato nella robotica avanzata mobile, terrestre, subacquea e aerea. Questa tecnologia innovativa si ispira al comportamento degli sciami: i  “pesci-robot” sono in grado di monitorare grandi volumi di mare e di acquisire dati sensibili su acidificazione, salinità, temperatura, velocità e direzione delle correnti e di fornire informazioni affidabili e dettagliate su clima locale e globale.

Autori
  • Fabiola Falconieri,
  • Francesco Paradiso
Contattiscrivi al produttore
Data12/04/2016
LinguaItaliano
YouTube Vai al video

Descrizione completa

Il rapidocambiamento del sistema climatico globale sta avendo effetti sempre più significativi sugli  ecosistemi terrestri, fino a minacciare la sicurezza e la stabilità di intere comunità e nazioni.

L’azione ...

Leggi

Il rapidocambiamento del sistema climatico globale sta avendo effetti sempre più significativi sugli  ecosistemi terrestri, fino a minacciare la sicurezza e la stabilità di intere comunità e nazioni.

L’azione combinata dell’espansione termica dell’acqua e dello scioglimento dei ghiacciai è la causa principale dell’innalzamento del livello degli oceani, che con l’acidificazione dei  mari, costituisce una delle  minacce più gravi in tutto il globo terrestre, soprattutto per le aree costiere e le piccole isole.

L’ENEA, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, è da diversi anni impegnata nella ricerca di soluzioni innovative e nuovi approcci tecnologici per affrontare le situazioni particolarmente critiche.

Fra i settori di ricerca più promettenti, la robotica degli sciami sta dimostrando enormi possibilità di applicazioni nell’esplorazione ambientale. É una branca della robotica di ispirazione biologica che studia le dinamiche aggregative e comportamentali delle specie animali organizzate in sciami, per realizzare robot in grado di riprodurne le strategie collettive.

I robot sottomarini per il monitoraggio e l’esplorazione di fondali estesi, sviluppati dall’ENEA, operano in branco, collettivamente, scambiandosi informazioni attraverso una rete ad alte prestazioni, con un sistema innovativo di comunicazione, attualmente in attesa di brevetto; una volta emersi  il sistema viene integrato con la comunicazione satellitare.

Ogni robot è dotato di diversi sensori, che possono variare a seconda della missione assegnata al branco. Questo consente la misurazione contemporanea di diversi tipi di campioni su superfici anche molto vaste.

I robot sottomarini possono mappare il fondale raccogliendo dati sensibili su fenomeni come l’acidificazione, la velocità e la direzione delle correnti marine,ma anche sull’erosione costiera o le inondazioni. L’acquisizione coordinata dei dati è fondamentale per ottenere un quadro  dettagliato dell’ambiente circostante e per comprendere gli effetti del  clima sugli ecosistemi marini.

Presentata alla regione Veneto, la tecnologia dell’ENEA potrà essere testata sul campo alla fine di ottobre nel nord adriatico e nella laguna di Venezia. Si tratta di aree costiere gravemente minacciate, ambienti estremamente fragili, dove sarà possibile sfruttare tutte le potenzialità dei robot sottomarini.

 

La tecnologia dell’ENEA potrà, infatti, essere utilizzata per scopi diversi: il monitoraggio e controllo avanzato dell’ambiente marino, la lotta all’inquinamento e ad altre minacce ambientali,la sicurezza delle zone turistiche costiere, lo studio della biodiversità sottomarina, sono solo alcuni esempi. Il fascino dei robot sottomarini non deve farci sottovalutare la loro utilità: sono uno strumento, non solo di ricerca, ma anche di supporto ai decisori politici per sviluppare strategie di adattamento e sviluppo sostenibile delle coste, difendendo così i preziosi ecosistemi acquatici dagli effetti dei cambiamenti climatici.

powered by Disqus

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580