Efficienza energetica : cosa farò da grande ?

La scuola di efficienza energetica dell'Enea rivolta a giovani laureati e laureandi in economia, architettura e ingegneria.

La scuola di efficienza energetica dell'Enea rivolta a giovani laureati e laureandi in economia, architettura e ingegneria.

ProduttoreEneaWebTv
Autori
  • Roberto Ciardi
Data15/09/2014
LinguaItaliano
Website http://youtu.be/IJUpXBd9tFk

Descrizione completa

Si è conclusa la seconda edizione della Summer School sull’efficienza energetica, organizzata da Enea e Isnova.Il corso è rivolto a laureati e laureandi di Ingegneria, architettura, economia che non abbiano superato i 28 anni. L’obiettivo è quello di affrontare il tema dell’efficienza energetica ...

Leggi

Si è conclusa la seconda edizione della Summer School sull’efficienza energetica, organizzata da Enea e Isnova.Il corso è rivolto a laureati e laureandi di Ingegneria, architettura, economia che non abbiano superato i 28 anni. L’obiettivo è quello di affrontare il tema dell’efficienza energetica da diverse angolazioni per dare consapevolezza sulle molteplici opportunità di lavoro che il mercato offre. Come testimonia un allievo della scuola:

Luca Achilli (economista allievo summer school 2014) “Dal mio background da economista ho deciso di partecipare e di avvicinarmi al modo dell’efficienza energetica un po’ per passione e un po’ per aver fatto la tesi con Enea e questo mi ha permesso di sensibilizzarmi da questo punto di vista e credo che l’efficienza energetica sia un settore a tutto tondo e quindi ci sia spazio non solo per ingegneri ma anche per economisti e altri professionisti del settore. La mia speranza è quella che questa esperienza mi possa aver aiutato quel tanto che basta per entrare in questo mondo.”

Variegate sono le aspettative e le motivazioni dei ragazzi che decidono di iscriversi alla scuola proprio perché scaturite dalle diverse esperienze personali :

Lorenzo Vanatia (ingegnere allievo summer school 2014) “Ho partecipato al corso summer school 2014 di Enea proprio per riuscire a capire quali sono i ricepimenti normativi che abbiamo noi qui in Italia, perché qui in Italia, come magari molti sanno, riuscire a lavorare con aziende terzi noi ingegneri abbiamo veramente la difficoltà di riuscire a far capire quali sono i ricepimenti , quali sono gi obblighi e comunque i doveri e le possibilità che ha il nostro paese di riuscire a fare efficienza energetica, quindi da questo corso ne sono uscito arricchito, perché abbiamo avuto la fortuna di aver avuto un recepimento seduta stante qui in diretta mentre noi stavamo seguendo il corso e che Enea è riuscito veramente a sintetizzarci in maniera splendida e noi dovremmo riuscire a fare lo stesso all’esterno.” Riuscire a divulgare informazioni sulle disposizioni legislative per essere di supporto alle aziende e ai cittadini.

Questo è quello che ci si aspetta dai ragazzi, perché in un settore in fase di crescita, c’è sempre il rischio che ci sia molta improvvisazione.

Ilaria Bertini (ENEA): “C’è la necessità di creare una competenza professionale molto qualificata proprio per evitare delle distorsioni del mercato, proprio per evitare che si creino dei trend negativi nei confronti anche del target utente,il quale non possa essere soddisfatto di certe professionalità e quindi reagire in maniera negativa all’intervento e al concetto dell’efficienza energetica , è quindi un momento cruciale in cui la formazione delle maestranze e delle professionalità diventa un argomento cruciale”

Dopo il corso , ai ragazzi verrà proposto uno stage dalle aziende sponsor. Come ci racconta un allieva della passata edizione che ha scelto la libera professione:

Anna Bonacini : (ex allieva summer school) “Terminata l’esperienza della summer school ho affrontato il tirocinio di un mese presso una azienda sponsor e abbiamo affrontato un progetto di efficientamento energetico in campo civile e in seguito insieme ad altri quattro allievi della scuola abbiamo lavorato per quattro mesi presso questo sponsor e ora come libera professionista sto affrontando i pais che sono i piani per l’azione dell’efficienza sostenibile che rientrano in un iniziativa europea denominata patto dei sindaci. Sono molto soddisfatta della collaborazione del supporto che Enea mi sta continuando a dare anche da libera professionista e spero che continui."

Infatti il sostegno della scuola e dei docenti non si ferma alla conclusione del corso ma si crea un bel rapporto di collaborazione tra i ragazzi stessi, che continuano a vedere l’Enea come un punto di riferimento importante per la loro crescita professionale. Questo modo di vedere la scuola è l’elemento che la distingue nel panorama nazionale ed è il motivo per il quale grandi aziende continuano a crederci .

Marco Mattonelli (Enel Energia-Responsabile formazione efficienza energetica)

“L’Enel crede molto nella summer school, nel progetto dell’Enea, crede perché una cultura dell’efficienza energetica non può che essere improntato ad un mondo giovane, un mondo che chiaramente ha una visione sulle tecnologie una visione sulle possibilità di efficientamento che deve essere assolutamente tramandata in una società che di efficienza energetica ha ancora poco e quindi crediamo che questo progetto possa con il tam tam sulle persone portare maggiore cultura sulle’efficienza energetica e che venga poi proposto negli anni a seguire .”

Appena finita la cerimonia della consegna degli attestati di partecipazione e l’immancabile festa di fine corso, tra qualche viso dispiaciuto al momento dei saluti , per gli organizzatori del corso è il tempo delle riflessioni e delle valutazioni per la preparazione dell’edizione 2015.

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580