Solare termico a media temperatura

Al via la certificazione ENEA sulle tecnologie a media temperatura con l'impianto di Qualificazione Componenti Solari del Centro della Trisaia.

Comments

Al via la certificazione ENEA sulle tecnologie a media temperatura con l'impianto di Qualificazione Componenti Solari del Centro della Trisaia.

ProduttoreENEAWebTV
Autori
  • Laura Moretti,
  • Roberto Ciardi
Contattiscrivi al produttore
Data01/03/2012
LinguaItaliano
YouTube Vai al video

Descrizione completa

In attesa del varo del primo Conto Energia per le rinnovabili termiche, per accedere alle incentivazioni, è quanto mai importante che gli operatori del settore si avvalgano di strutture accreditate per la certificazione della conformità dei prodotti solari agli standard europei.
ENEA ...

Leggi

In attesa del varo del primo Conto Energia per le rinnovabili termiche, per accedere alle incentivazioni, è quanto mai importante che gli operatori del settore si avvalgano di strutture accreditate per la certificazione della conformità dei prodotti solari agli standard europei.
ENEA opera da oltre dieci anni nel settore del solare termico, e rappresenta un riferimento nazionale nella certificazione e qualificazione delle tecnologie solari a bassa temperatura, finalizzate principalmente alla produzione di acqua calda sanitaria ad uso domestico. Ma oggi, grazie alle attività di R&S del Laboratorio di Qualificazione Componenti Solari del Centro ENEA della Trisaia, si è raggiunto un nuovo importante traguardo.

Vincenzo Sabatelli, ENEA
“L’ENEA ha realizzato presso questo centro il primo impianto di prova per la caratterizzazione di collettori solari a concentrazione che utilizza olio diatermico come fluido vettore”.


Si tratta del primo laboratorio in Italia in grado di caratterizzare e certificare collettori solari a concentrazione che, tramite componenti a più elevato contenuto tecnologico, consentono di raggiungere temperature comprese tra i 100 e i 300°C, tali da poter essere integrati nei processi industriali per produrre calore, vapore o per il raffrescamento degli ambienti.

Vincenzo Sabatelli, ENEA
“Da poco abbiamo esteso le nostre capacità di eseguire test anche su collettori e quindi su componenti, che operano a temperature più alte di quelle destinate per applicazioni a bassa temperatura quindi per la produzione di acqua calda sanitaria. Stiamo parlando di tecnologie che necessariamente devono sfruttare la concentrazione solare per poter raggiungere temperature in grado di alimentare prevalentemente processi industriali dove è richiesto calore per alimentare diverse utenze industriali che necessitano di calore a temperature intorno ai 250°- 300°”.


Dalla sala di controllo, i ricercatori tramite un circuito termoidraulico ed apparati di acquisizione, possono determinare le curve di efficienza dei collettori, verificarne la rispondenza ai requisiti di sicurezza e di conformità alla normativa tecnica, attraverso test di resistenza agli agenti atmosferici, alla pressione, o alle alte temperature. Il laboratorio della Trisaia così potenziato, oltre al servizio di certificazione e qualificazione di componenti e sistemi, è in grado di offrire anche un supporto tecnico-scientifico allo sviluppo ed ottimizzazione di collettori commerciali o prototipali, divenendo punto di riferimento per aziende di settore, enti di ricerca ed altri operatori che hanno come obiettivo l’innovazione abbinata ad elevati standard di qualità, sicurezza e risparmio. Grazie all’impulso dell’innovazione tecnologica e dei progressi della ricerca, potremmo sfruttare appieno il potenziale dell’energia del sole. Un quadro legislativo adeguato e certo, dovrà fare il resto.

powered by Disqus
Accedi

VUOI SCARICARE VIDEO E TESTI DEI NOSTRI SERVIZI?

FAI IL LOGIN O REGISTRATI!



Hai dimenticato la tua password?
Nuovo utente?
Categorie del video
Video dalle stesse categorie
Il caldo e il freddo si fanno con il Sole Il caldo e il freddo si ...

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580