Il progetto Minni per la qualità dell'aria

L’ENEA ha messo a punto un modello per l’analisi delle misure antinquinamento e la valutazione delle varie strategie ambientali, a supporto del Ministero dell’Ambiente e delle Regioni.

L’ENEA ha messo a punto un modello per l’analisi delle misure antinquinamento e la valutazione delle varie strategie ambientali, a supporto del Ministero dell’Ambiente e delle Regioni.

ProduttoreENEAWebTV
Autori
  • Roberto Ciardi
Contattiscrivi al produttore
Data16/05/2013
LinguaItaliano
Website http://www.minni.org/progetto
YouTube Vai al video

Descrizione completa

L’inquinamento atmosferico continua ad essere uno dei maggiori problemi ambientali dei nostri tempi.
Ci si chiede spesso cosa fare e come valutare l’efficacia delle azioni finalizzate ...

Leggi

L’inquinamento atmosferico continua ad essere uno dei maggiori problemi ambientali dei nostri tempi.
Ci si chiede spesso cosa fare e come valutare l’efficacia delle azioni finalizzate alla riduzione della concentrazione di inquinanti.
L’Enea, a tal proposito, ha coordinato  Il progetto Minni, Modello Integrato Nazionale sui temi dell’Inquinamento atmosferico.
Il progetto ha visto lo sviluppo di un modello capace di supportare le Regioni e Stato nella definizione delle politiche per la qualità dell’aria e la realizzazione di attività sperimentali, di verifica  e per la determinazione delle emissioni di specifiche attività come i cantieri edili, agricoltura e l’emissioni da stufe domestiche.
I risultati del progetto sono stato presentati in un workshop alla presenza dell’Enea e del Ministero Ambiente, che ha finanziato il progetto.
Gabriele Zanini (ENEA)E’ un progetto durato tre anni, con un anno di estensione, che adesso arriva al termine e fra i suoi principali successi ci sono decine e decine di pubblicazioni, un sito web, molti casi di assistenza alle pubbliche amministrazioni e soprattutto la possibilità di andare in Europa a negoziare con uno strumento oggettivo e non semplicemente con un’abilità diciamo mediatoria e in questo modo siamo riusciti a ottenere dei risultati positivi per il Paese nel negoziato di Goteborg e in tanti altri casi”.
Uno dei risultati del progetto è stata la creazione di uno strumento affidabile per i decisori politici, che si trovano a dover scegliere la misura più efficace per ridurre le emissioni in atmosfera e per contenere, soprattutto, le concentrazioni di particolato atmosferico biossido di azoto e ozono.
Il modello tramite un processore chimico, che riproduce quello che accade in atmosfera, permette di comprendere anche quali sono i ruoli delle diverse sorgenti come: l’agricoltura; il traffico e il riscaldamento e di prevedere l’efficacia delle diverse azioni che possono essere messe in atto.
In questo modo è possibile selezionare  le misure più  incisive  e focalizzare gli interventi in un settore specifico.

Interessante è stato lo studio della combustione delle biomasse per uso domestico, che ha messo in evidenza come gli apparecchi di vecchia generazione contribuiscano in modo importante alle emissioni di particolato atmosferico. Pertanto scelte quali le biomasse, in questi casi,  contrastano  con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento.
Inoltre, sono state definite le caratteristiche fondamentali dei fenomeni di inquinamento che si verificano nel nostro Paese e messo a punto un pacchetto di misure più efficaci,  riuscendo in questo modo anche a valutare i costi degli interventi e ad individuarne la sostenibilità economica.
Con Il progetto Minni si è riusciti a sviluppare  un apparato sperimentale e a creare un database fondamentale per la verifica dei modelli, fornendo un contributo  importante alla comunità scientifica nazionale e internazionale.

Accedi

VUOI SCARICARE VIDEO E TESTI DEI NOSTRI SERVIZI?

FAI IL LOGIN O REGISTRATI!



Hai dimenticato la tua password?
Nuovo utente?
Categorie del video
Accedi

VUOI SCARICARE VIDEO E TESTI DEI NOSTRI SERVIZI?

FAI IL LOGIN O REGISTRATI!



Hai dimenticato la tua password?
Nuovo utente?
Categorie del video

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580