LiRa, il brevetto ENEA per la diagnosi dell'ultra-piccolo

Dalla ricerca ENEA, un brevetto per la diagnostica dell'ultra-piccolo: un nuovo rivelatore di immagini per diversi tipi di radiazioni, basato su film sottili di fluoruro di litio. Elevata risoluzione spaziale, versatilità, ottimo contrasto. Il suo nome è LiRa
Comments

Dalla ricerca ENEA, un brevetto per la diagnostica dell'ultra-piccolo: un nuovo rivelatore di immagini per diversi tipi di radiazioni, basato su film sottili di fluoruro di litio. Elevata risoluzione spaziale, versatilità, ottimo contrasto. Il suo nome è LiRa

ProduttoreENEAWebTV
Autori
  • Laura Moretti,
  • Roberto Ciardi
Contattiscrivi al produttore
Data02/08/2012
LinguaItaliano
YouTube Vai al video

Descrizione completa

Un’ala di libellula, la struttura della cellula o di altri campioni biologici anche cento volte più piccoli di un micron.
Oggi per indagare l’universo dell’ultrapiccolo, l’uomo può avvalersi di una nuova tecnologia scaturita dalla ricerca ENEA.
Leggi
Un’ala di libellula, la struttura della cellula o di altri campioni biologici anche cento volte più piccoli di un micron.
Oggi per indagare l’universo dell’ultrapiccolo, l’uomo può avvalersi di una nuova tecnologia scaturita dalla ricerca ENEA.
LiRa, un nome che in tempi di tagli alla ricerca, ci impone un sorriso amaro, è un rivelatore di immagini per radiazioni basato su film sottili di fluoruro di litio.
Il dispositivo funziona come una lastra radiografica per raggi-X e permette di ottenere immagini ad elevata risoluzione facilmente leggibili con un microscopio ottico a fluorescenza anche su un campo di vista di 1 cm quadro, con un ottimo contrasto.

ROSA MARIA MONTEREALI - ENEA “i nuovi rivelatori a film sottile basati su centri di colore nel fluoruro di litio sono adatti per differenti tipi di radiazioni ionizzanti, dai raggi gamma, agli elettroni ai protoni. LiRa Gamma, LiRa Pi, Lira X, a seconda delle radiazioni che andremo a rivelare con questa lastra fotografica che abbiamo reso più sensibile con un recente brevetto"
LiRa consente di combinare la capacità di ingrandimento della microscopia ottica con il potere penetrativo dei raggi-X.

FRANCESCA BONFIGLI – ENEA “Va a superare alcuni dei limiti dei rivelatori standard soprattutto in termini di risoluzione spaziale, intervallo dinamico e versatilità”

Il brevetto consiste in un dispositivo di rivelazione di radiazione a film sottile più efficiente che permette di ridurre anche i tempi di esposizione alle radiazioni.

ENRICO NICHELATTI - ENEA “il punto di forza dell’invenzione però è la scelta di uno spessore ottimale del film di fluoruro di litio infatti, mediante un modello teorico sviluppato appositamente, è stato selezionato uno spessore tale che permette di raggiungere nominalmente efficienze maggiori anche fino a 20 volte più di quello di una lastra di floruro di litio”

Nel caso di un substrato generico, parte della luminescenza emessa dai centri di colore, viene persa; nel caso del dispositivo innovativo invece, viene recuperata, grazie allo strato di base riflettente posto sotto al film sottile di fluoruro di litio, che la reindirizza verso l’obiettivo del microscopio ottico.

MARIA AURORA VINCENTI – ENEA “Questo è un impianto di deposizione per evaporazione termica che utilizziamo per produrre rivelatori di radiazioni ionizzanti a stato solido basati su film sottili di fluoruro di litio ed a lettura ottica. Vengono cresciuti sui diversi substrati, anche plastici, controllando quelli che sono i parametri principali di deposizione quali la temperatura del substrato, il rate di deposizione e lo spessore totale, in modo da ottenere film, che sono appunto il mezzo che va a rivelare la radiazione ionizzante, con caratteristiche controllate e desiderate”.

Grazie alla ricerca ENEA dunque, sarà possibile effettuare micro-radiografie ad alta risoluzione, in grado di sostenere l’uomo nella biomedicina, per l’analisi di campioni biologici anche in vivo, per lo studio delle malattie neurodegenerative o di quelle metaboliche, e in campo energetico per la caratterizzazione di materiali e sorgenti di radiazione, ma anche nei settori industriali dell’anticontraffazione e della nano fotonica.
powered by Disqus
powered by Disqus

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580