Enea alla conferenza sui cambiamenti climatici di Lima

Ricercatori dell’Enea Natale Massimo Caminiti e Sergio La Motta presenteranno  i 4 punti strategici per la lotta ai cambiamenti climatici.

Comments

Ricercatori dell’Enea Natale Massimo Caminiti e Sergio La Motta presenteranno  i 4 punti strategici per la lotta ai cambiamenti climatici.

Autori
  • Roberto Ciardi
Data12/12/2014
LinguaItaliano
YouTube Vai al video

Descrizione completa

 

Alla Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico  in corso a Lima, gli esperti dell'ENEA Sergio la Motta e Natale Caminiti, esporranno alcuni punti chiave per la lotta ai cambiamenti climatici, messi a punto dal network degli ...
Leggi

 

Alla Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico  in corso a Lima, gli esperti dell'ENEA Sergio la Motta e Natale Caminiti, esporranno alcuni punti chiave per la lotta ai cambiamenti climatici, messi a punto dal network degli enti di ricerca dei paesi del G8 per una  Società a bassa emissione di carbonio.
Massimo Caminiti (Enea) :
“Cosa dovrebbe contenere questo rapporto a nostro avviso ? Innanzitutto si dovrebbe trattare di un accordo internazionale che sia legalmente vincolante, non solo ci dovrebbero essere dei contributi volontari, ma impegni precisi.”
Diverse sono le   proposte presentate, per coinvolgere l’impegno del maggior numero di istituzioni possibili fino ad arrivare al singolo cittadino.
Sergio La Motta (Enea) :
“Uno dei problemi che affronteremo e che porteremo a Lima sarà la possibilità reale che il sistema energetico ha di fare una transizione verso una situazione di tipo low carbon, che significa ridurre le emissioni dell’ottanta per cento al 2050.
Una transizione low carbon porterà ad un miglioramento della situazione dell’approvvigionamento sia del gas naturale che di prodotti petroliferi.
Bisognerà anche stabilire dei collegamenti tra la low carbon economy e la green economy, questo vuol dire migliorare l’uso sostenibile delle risorse. Questo sia nell’uso delle risorse nel settore industriale e sia nell’uso delle risorse nella gestione dei territori, quindi nelle città soprattutto.
Un altro punto estremamente importante è quello della collaborazione internazionale, infatti dobbiamo mettere in condizione soprattutto i paesi in via di sviluppo di saltare il modello di sviluppo di tipo vittoriano e approdare direttamente ad una modalità di sviluppo più sostenibile."
Per raggiungere questi obiettivi bisognerà assicurare adeguati finanziamenti, che nella fase di transizione porterà ad un aumento della spesa, ma che nel futuro garantirà un evidente vantaggio economico  e sociale
Sergio La Motta (ENEA):
"Tutto questo può essere fatto con una sola grande intesa cioè riconoscere un valore sociale alle emissioni di anidride carbonica in atmosfera."
powered by Disqus

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580