Cherchez les femmes!

... Look for the women! Buscad a las mujeres ! Cercate le donne! Hanno partecipato a CLIM-RUN oltre un centinaio di ricercatori, di cui solo il 30% era costituito da donne. Un piccolo gruppo che ha prodotto un lavoro di grande qualità. Sette di loro ci raccontano il progetto, gli obiettivi e il lavoro realizzato. Questo video è un omaggio a tutte le donne di CLIM-RUN.

Comments

... Look for the women! Buscad a las mujeres ! Cercate le donne! Hanno partecipato a CLIM-RUN oltre un centinaio di ricercatori, di cui solo il 30% era costituito da donne. Un piccolo gruppo che ha prodotto un lavoro di grande qualità. Sette di loro ci raccontano il progetto, gli obiettivi e il lavoro realizzato. Questo video è un omaggio a tutte le donne di CLIM-RUN.

ProduttoreENEAWebTV
Autori
  • Fabiola L. Falconieri,
  • Massimo Maffioletti
Contattiscrivi al produttore
Data05/03/2014
LinguaEnglish
Website http://www.climrun.eu/
YouTube Vai al video

Descrizione completa

CLIM-RUN, Climate Local Information for the Mediterranean Region Responding to User  Needs
Informazioni climatiche locali per il bacino del Mediterraneo in risposta alle esigenze degli utilizzatori finali

Clare Goodess, University of East Anglia, United Kingdom
“Stiamo ...

Leggi

CLIM-RUN, Climate Local Information for the Mediterranean Region Responding to User  Needs
Informazioni climatiche locali per il bacino del Mediterraneo in risposta alle esigenze degli utilizzatori finali

Clare Goodess, University of East Anglia, United Kingdom
“Stiamo realmente mettendo i nostri stakeholder al centro del processo. Li ascoltiamo per capire le loro esigenze e fornire loro le informazioni climatiche di cui hanno bisogno per prendere decisioni.
Il mio ruolo è di coordinare una serie di case studies che includono settori come il turismo, le energie rinnovabili, incendi. Abbiamo dei case studies ad Atene in Grecia e  nel Veneto in Italia.
Quello che vogliamo ottenere è un equilibrio tra la standardizzazione, un lavoro mirato ad uno schema  comune, coerente, ma allo stesso tempo rispettando la diversità di ogni regione, di ogni stakeholder e di ogni  sistema organizzativo.”    

Clotilde Dubois, Météo France, France
“I modelli climatici rappresentano tutti i processi fisici di una regione e sono utili per spiegare i cambiamenti di temperatura e delle precipitazioni. Nel progetto CLIM- RUN siamo anche interessati  ai cambiamenti della radiazione solare e della velocità del vento.
Sappiamo che il baciamo del mediterraneo è un’ area particolarmente interessata dai cambiamenti climatici e ci aspettiamo un aumento delle temperature con estati più secche nel futuro. E questo è molto importante perché si tratta di una regione densamente popolata.”  

Maria Dolores Frias, Universidad de Cantabria, España
“I modelli climatici globali elaborano le variabili climatiche a livello globale ma con una risoluzione spaziale molto bassa e gli stakeholders hanno bisogno di  dati climatici ad una risoluzione spaziale molto più alta
Lavoriamo con tecniche di razionalizzazione statistica, cioè su scale statistiche poco conosciute  a livello scientifico, che ci permettono di aumentare la risoluzione spaziale delle variabili climatiche che interessano agli utilizzatori finali
Il progetto ci permette di lavorare con indici comuni ai settori dell’energia, come  gli indici di incendio e turismo che sono specifici di questi settori “

Valentina Giannini, Centro Euro-Mediterraneo per i cambiamenti climatici, Italia
“Mi occupo di processi partecipativi, ovvero di fare da collegamento fra gli scienziati che producono informazioni climatiche, cioè scenari di previsioni future a medio e lungo termine, con amministratori locali a tutti i livelli, dal regionale al comunale passando per le autorità multi bacino ai consorzi di bonifica, protezione civile, ovvero tutti quelli che potranno essere impattati o che sono già impattati dai cambiamenti climatici e che dovranno predisporre dei piani, per esempio di adattamento. Il caso studio del nord Adriatico, che è quello per cui  sto lavorando io, ovvero le due regioni Veneto e Venezia Giulia, si definisce integrato perché  secondo il protocollo della Unione Europea sulla gestione integrate delle zone costiere, noi abbiamo bisogno di coinvolgere tutte le amministrazioni e tutti quegli enti pubblici, appunto, che saranno in qualche modo tenui  a gestire un impatto dei cambiamenti climatici”
Silvia Torresan, Centro Euro-Mediterraneo per i cambiamenti climatici, Italia
“Mi occupo delle analisi degli impatti e del rischio legato ai cambiamenti climatici delle aree costiere. Per fare questo è necessario integrare le informazioni relative agli scenari climatici futuri, quali l’innalzamento del livello del mare, le variazioni di temperatura e precipitazioni con informazioni relative a alla vulnerabilità biofisica e ambientale  del territorio costiero e i cambiamenti climatici. In questo modo è possibile valutare, identificare e classificare i bersagli che potranno essere maggiormente colpiti dal cambiamento climatico, quali le spiagge le zone umide , le aree urbane e fornire delle mappe di rischio ai decisori…”  
Adeline Cauchy , Tourisme Transports Territories Environment Conseil, France
“L’obiettivo dei nostri studi è di far emergere i bisogni di formazione di un settore che oggi, contrariamente a quello energetico, utilizza ancora poco le informazioni meteo e climatiche. Abbiamo realizzato per loro una serie di raccomandazioni in stretta collaborazione con gli esperti climatici per definire dei  prodotti potenzialmente adatti alle loro esigenze. Per CLIM-RUN coordiniamo gli studi nel settore turismo, in Francia, in Tunisia, a Cipro e in Croazia”
Natalie Rousset, Plan Bleu , France   
“Il nostro ruolo è quello  di coordinare i differenti risultati dei gruppi di lavoro e soprattutto di pubblicarli su un  sito web che sarà a disposizione degli utilizzatori finali. Inoltre definiremo una serie di raccomandazioni sull’istituzione di servizi climatici, rivolte alle organizzazioni internazionali.”
Hanno partecipato a CLIM-RUN oltre un centinaio di ricercatori, di cui solo il 30% era costituito da donne.
Un piccolo gruppo che ha prodotto un lavoro di grande qualità.
Questo video è un omaggio a tutte le donne di CLIM-RUN

powered by Disqus

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580