Centro Servizi Avanzati per l'Agroindustria

Il Centro Servizi Avanzati per l’Agroindustria è il nuovo sportello per le imprese che operano nel settore agroalimentare. L’obiettivo è quello di fare trasferimento tecnologico per rendere le aziende italiane competitive sul mercato nazionale e internazionale.

Comments

Il Centro Servizi Avanzati per l’Agroindustria è il nuovo sportello per le imprese che operano nel settore agroalimentare. L’obiettivo è quello di fare trasferimento tecnologico per rendere le aziende italiane competitive sul mercato nazionale e internazionale.

ProduttoreENEAWebTV
Autori
  • Stefania Marconi,
  • Marconi Maffioletti
Contattiscrivi al produttore
Data06/02/2013
LinguaItaliano
YouTube Vai al video

Descrizione completa

Al Centro Ricerche ENEA della Casaccia è operativo un nuovo sportello dedicato alle imprese che operano nel settore agro-alimentare, il Centro Servizi Avanzati per l’Agro-industria.
E’ un’iniziativa dell’ENEA ...

Leggi

Al Centro Ricerche ENEA della Casaccia è operativo un nuovo sportello dedicato alle imprese che operano nel settore agro-alimentare, il Centro Servizi Avanzati per l’Agro-industria.
E’ un’iniziativa dell’ENEA che, insieme a Federalimentare e al Consorzio In.Bio, punta a investire su un nuovo modello di collaborazione tra ricerca scientifica pubblica e sistema produttivo, con un unico scopo, aumentare la competitività dell’industria alimentare italiana che, insieme all’agricoltura, rappresenta la prima filiera economica del Paese con oltre 6.000 aziende, 408mila occupati e un fatturato di 130miliardi di euro l’anno.
Dunque, un settore strategico per l’economia italiana che va sostenuto soprattutto per le dimensioni ridotte delle aziende che spesso non hanno le risorse per fare innovazione ed essere competitive sul  mercato.
Ecco quindi che il Centro Servizi Avanzati per l’Agro-industria si candida a svolgere un ruolo di intermediazione tra ricerca, imprese e territorio per favorire il trasferimento tecnologico e creare un nuovo business orientato alla Green Economy e alla valorizzazione delMade in Italy.
Con questa iniziativa, l’ENEA mette a disposizione delle imprese tutte le sue competenze scientifiche e le infrastrutture di ricerca, dai laboratori, agli impianti alla strumentazione tecnica.

Massimo Iannetta (ENEA)Abbiamo quattro finalità importanti che vogliamo raggiungere. La prima è quella di favorire l’investimento delle imprese, soprattutto delle piccole e medie imprese in ricerca e sviluppo, la seconda è quella di creare imprese innovative, quindi spin-off, start up attraverso il coinvolgimento dei più giovani ricercatori che sviluppano idee innovative, la terza finalità è quella di favorire le reti di imprese, i networking tra imprese, imprese e organizzazioni di ricerca e infine l’ultima è di implementare la partecipazione delle imprese a bandi internazionali, nazionali e regionali”.

A questo proposito, la Legge di Stabilità 2013 prevede come incentivazione all’investimento, il credito d’imposta e la riduzione del cuneo fiscale, per tutte quelle aziende e reti di imprese che decidono di finanziare progetti di ricerca e sviluppo con Università ed Enti di Ricerca.

Daniele Rossi (Federalimentare)Abbiamo tre cose da fare. La prima è molto semplice, è quella di far crescere la dimensione d’impresa, la seconda cosa da fare è quella di avere una cultura dell’innovazione e la terza cosa molto importante è quella di non aver paura. Noi abbiamo paura dei cinesi, dei brasiliani e dei francesi che arrivano in Italia. Bisogna rinunciare a questo atteggiamento difensivo e guardare il mondo con un sentimento di ottimismo e apertura perché possiamo conquistarlo con l’eccellenza e la qualità dei nostri prodotti”.

powered by Disqus

ENEA - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 ROMA – Italia - Partita IVA 00985801000 - Codice Fiscale 01320740580